LA TRADIZIONE FIORENTINA E LA BOTTEGA DEL TRIPPAIO


tradizione fiorentina

La tradizione fiorentina pronta in tavola con trippa, lampredotto e ribollita!
La rivoluzione dei fratelli Franco e Marco Falli che a Scandicci, in provincia di Firenze, hanno fondato prima l’azienda Frama srl, e poi hanno dato vita a una linea di prodotto chiamata “La Bottega del Trippaio”.
Ed è proprio di questi prodotti che oggi vi vogliamo parlare.
Vogliamo infatti farvi conoscere alcuni piatti simbolo non solo di una città, Firenze, ma di un’intera cultura popolare.

LA TRIPPA

La trippa, insieme e al pari del giglio è l’emblema della città di Firenze e della tradizione fiorentina, della sua parte piùvera e popolare. Forma di sostentamento e unica proteina per i meno abbienti, neltempo la trippa (e anche il lampredotto!) è diventata una prelibatezza per ogni palato.
Non si puo’ passare da Firenze senza aver assaggiato questo piatto tipico e unico al mondo!
La trippa alla fiorentina è uno dei modi più diffusi di preparare un piatto semplice e gustoso: non ci sono artifici di sorta in questo piatto che inneggia alla semplicità e alla tradizione contadina. Come vuole la tradizione, nel centro Firenze esistono ancora i “trippai” nei mercati o in appositi carretti che stazionano nelle strade e nelle piazze, che cucinano e preparano giornalmente la trippa lessata o anche già preparata in diverse varianti, farcendo gustosi panini per un pasto veloce.

IL LAMPREDOTTO IN ZIMINO

Il termine Zimino è classico della cucina toscana e si riferisce ad una preparazione in umido con aggiunta di bietole o spinaci: tradizionalmente viene cucinato così soprattutto il pesce, famosissimo il baccalà in zimino, ma anche il Lampredotto è ottimo se accompagnato da questo condimento. L’origine del termine zimino non è certa: per alcune deriva da cumino, spezia in passato molto usata.

LA RIBOLLITA

La ribollita chiamata anche minestra di pane, ha invece come ingredienti pane e verdure.
Piatto dalle origini tipicamente contadine, ha radici storiche e molto antiche ed oggi è considerato il re dei primi piatti nella tradizione fiorentina.
La Bottega del Trippaio rende qui omaggio a Firenze riproponendo questa storica ricetta che ha come ingredienti principali il cavolo nero riccio di toscana, i fagioli cannellini – ovviamente secchi da mettere in ammollo la sera prima dell’utilizzo – e il pane “sciocco” cioè senza sale e raffermo.

E se questi piatti vi hanno fatto venire l’acquolina in bocca perché non provate i piatti pronti de La Bottega del Trippaio? Scoprite di più su ilikeitalinfood.com e ….Buon appetito!