COLORE ROSSO INTENSO E AROMA DI FRUTTA, ECCO A VOI “ROUVE’”


Questo articolo è disponibile anche in: Inglese

Anche in questa degustazione per I Like Italian Food ritorniamo ancora una volta in Piemonte e in particolar modo nel comune di Asti in Loc. San Marzanotto dai Fratelli Rovero.

 
Oggi parleremo di uno dei vini di punta dell’azienda, Rouvè; vino rosso ottenuto da uve barbera, proprio essendo punta di diamante dell’azienda, si è cercato anche di dargli un nome particolare e territoriale; per l’appunto Rouvè è l’espressione dialettale del cognome Rovero nome dell’omonima azienda.

 

Le Vigne, come detto prima di Barbera, poggiano in “Valle Terpone” e i mosti, che andranno a macerare per più di 20 giorni, vengono lasciati a contatto con le bucce per estrarre al meglio, e per un lasso di tempo lungo, tutti i polifenoli ed antociani dando al prodotto carattere e verve degne dei grandi vini da invecchiamento. Un’altra particolarità di questo vino è data dal fatto che le uve provengono solo ed esclusivamente da un unico vigneto, parliamo quindi di un crù, piccola particella chiamata “Vigneto Serra”.

 
La fermentazione malolattica viene già da subito, per un piccola parte di mosto pari circa al 20%, effettuata in barrique, tecnica usata sin da sempre in borgogna ed nella zona dei grandi bordeaux, che anche l’azienda ha scelto di praticare e son certo che all’atto della degustazione il valore aggiunto di questa tecnica di vinificazione darà i suoi frutti esprimendo sia al naso che al palato delle vere e proprie emozioni e sensazioni di grande morbidezza. Successivamente il vino sosta in barrique per un periodo pari almeno a 24 mesi prima di essere messo in bottiglia.

 
Uve Barbera, malolattica in barrique, macerazioni lunghe, crù da unico vigneto…le premesse sono davvero ottime per degustare un grande vino, ma senza aspettare parliamo di lui, aperto almeno un’ora fa mi attende per essere degustato. Avevo ragione a pensare bene, comincio a raccontarvelo, perché già da subito versato nel calice da degustazione le sensazioni visive ed olfattive sono di gran impatto.
Colore rosso rubino impenetrabile, carico, brillante, audace con riflessi granata accesi ed ammalianti. Portato al naso il suo profumo ricorda immediatamente l’essenza della marasca di vignola che sale al naso ancora prima di solfeggiarlo; fresco e pulito alla rotazione del bicchiere, fa volare sensazioni di mora matura ,di carruba, marmellata da frutta rossa, e leggiadri ma netti profumi di tabacco da pipa e note di affumicato dati dalla lunga sosta in legno rimanendo lungo e piacevole all’olfatto. In bocca si presenta ancora aggressivo, sciogliendosi gradevolmente con sensazioni di more e mirtilli sotto spirito; fresco e con un corpo dolce-acidulo, tipicissimo del vitigno, quanto basta per avvolgersi fruttato e piacevole. Fantastico lo sposalizio con agnello in crosta di pistacchi su letto di carciofi.

 
Rovero Fratelli Società Semplice Agricola di Loc. Valdonata Fraz. San Marzanotto di Asti
Appellazione: Barbera d’Asti Superiore Denominazione di Origine Controllata e Garantita
Nome del Vino:Rouvè
Vitigno: Barbera in Purezza
Annata: 2011
Alcol: 14,5 % Vol.
Note in Etichetta: Vino Biologico – Organismo di controllo Autorizzato dal Mipaaf IT BIO 006 Agricoltura Italiana
Punteggio e Valutazione allo stato attuale di evoluzione: range dai 88/100esimi ai 90/100esimi

Previous CAVATELLI COZZE E FAGIOLI, MARE E TERRA IN UN UNICO PIATTO
Next COSTOLETTA DI AGNELLO IN CROSTA DI PISTACCHI SU LETTO DI CARCIOFI

No Comment

Leave a reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *