LA FIERA DEL RISO CELEBRA IL BUON RISO E IL RISOTTO ITALIANO


Questo articolo è disponibile anche in: Inglese

Cinquanta, sono gli anni che compirà nel 2016 la Fiera del Riso di Isola della Scala, in provincia di Verona. Mezzo secolo di storia che ha fatto dell’evento scaligero la manifestazione gastronomica, legata ad un unico prodotto agricolo, più visitata in Italia. Le nozze d’oro tra la Fiera e Isola della Scala verranno celebrate ufficialmente a partire dal prossimo 14 settembre, data di inizio di questa speciale edizione che terminerà il 9 ottobre.

LA MANIFESTAZIONE

La manifestazione festeggerà il riso Nano Vialone Veronese, primo ad Indicazione Geografica Protetta (IGP) in Europa, e la ricetta locale del risotto all’“Isolana”. Isola della Scala si conferma così, ancora una volta, capitale della buona cucina veronese legata alla tradizione del riso. L’evento, infatti, porta ogni anno circa mezzo milione di persone in un paese che conta poco più di 11mila abitanti.
Un pubblico di buongustai in continua espansione: se fino a dieci anni fa erano quasi esclusivamente i veronesi ad andare (e a tornare più volte) in fiera, oggi il riso e i risotti di Isola della Scala richiamano migliaia di appassionati della buona tavola da tutto il Veneto, Trentino Alto Adige, Lombardia ed Emilia Romagna. Non mancano visitatori da altre regioni del centro e del sud dello Stivale e da altri Paesi europei.
La Fiera del Riso vede all’opera ogni anno 300 cuochi. Oltre agli stand tradizionali, i tanti concorsi e le serate gastronomiche a tema hanno fatto di questo evento il più grande laboratorio italiano sul risotto, il piatto tricolore probabilmente più amato all’estero insieme alla pizza e alla pasta e che – durante la manifestazione – viene presentato con decine di ricette diverse. Alle più recenti edizioni hanno preso parte associazioni nazionali che si occupano di buon cibo e buon vino, come la Federazione Italiana Cuochi, rappresentata dai pluripremiati cappelli bianchi dell’associazione cuochi scaligeri, e l’Associazione Italiana Sommelier, impegnata a garantire che, accanto ad un ottimo risotto, venga servito un altrettanto ottimo bicchiere di vino.
La Fiera negli ultimi anni ha arricchito l’esperienza dei propri visitatori ampliando l’area fieristica e i servizi, aumentando gli espositori della fiera campionaria (circa 150), organizzando visite guidate al territorio, promuovendo iniziative e degustazioni sia in Italia che all’estero. Durante la manifestazione gli eventi collaterali che si tengono ad Isola della Scala sono circa un centinaio.
Per qualsiasi informazione sull’evento visitate la pagina www.fieradelriso.it

LA RICETTA: IL RISOTTO ALL’ISOLANA

La ricetta del Risotto all’Isolana, ideata dal Cavalier Pietro Secchiati, rappresenta una tradizione talmente importante che nel 1985 l’allora sindaco del Comune di Isola della Scala la rese ufficiale con una delibera. Ecco per voi la ricetta !

risotto-magazine

INGREDIENTI PER 5 PERSONE
½ kg. di ‪riso Nano Vialone Veronese I.G.P.
1 litro di ottimo brodo
200 g. di vitello magro
200 g. di lombata di maiale
80 g. di burro
80 g. di formaggio grana
pepe, sale, cannella e rosmarino q. b.

PROCEDIMENTO
Tagliate la carne a dadini, condite con sale e pepe macinato fresco e lasciare riposare per un’ora.
Fate fondere il burro, mettete un rametto di rosmarino, rosolate bene la carne.
Cuocete la carne a fuoco lento fino a completa cottura; quindi togliete il rosmarino.
Fate bollire il brodo, aggiungete il riso mondato e fate cuocere per 18/20 minuti a fuoco lento; il riso dovrà assorbire il brodo.
Condite quindi il risotto all’isolana con il condimento preparato in precedenza.
Completate il Risotto all’Isolana con il formaggio grana grattugiato, profumato alla cannella.

Previous COSTATA AL CASTELMAGNO CON INSALATA DI SPINACINI
Next NOVA MOSAIC EDITION DI BIRRA GALASSIA