NONA EDIZIONE DI BUONVIVERE A PIACENZA EXPO DAL 4 AL 6 MARZO


Questo articolo è disponibile anche in: Inglese

Buon Vivere è la manifestazione di Piacenza Expo dedicata ai sapori e alla tipicità del territorio italiano. Oltre 70 produttori presenteranno a Piacenza le loro eccellenze gastronomiche, raccontando
attraverso i sapori una storia profonda e importante, Buon Vivere rappresenta infatti l’identità di un territorio ricco e prezioso.
Buon Vivere, mostra mercato dei prodotti tipici di qualità, si svolgerà dal 4 al 6 marzo 2016 in contemporanea con le celebri mostre primaverili Apimell e Seminat.
La scelta di integrare le manifestazioni è motivata dalla volontà di offrire al pubblico un percorso completo incentrato sulla qualità del buon vivere. Oltre ad essere ovvia e naturale vetrina delle produzioni tipiche piacentine, Buon Vivere si apre anche alle tipicità e ai prodotti di altri territori con l’obiettivo di consentire nuove e “gustose” conoscenze e di ampliare i mercati di riferimento, e promuovere le produzioni della tradizione enogastronomica italiana.

LA MISSION

Buon Vivere diventa un percorso che si pone come “mission” la valorizzazione, diffusione e promozione delle variegate culture che animano le terre del nostro paese. Laddove terre sta a significare quei mille prodotti agroalimentari, tipici locali, “cavati” dalla terra e trasformati in cibi e piatti che meritano di essere conosciuti da tutti.
La mostra si rivolge al consumatore finale moderno, che non accetta più di comprare a scatola chiusa, ma sceglie con competenza ed attenzione alla qualità.
Accanto alla parte espositiva sono previsti laboratori in collaborazione con esperti del settore della ristorazione, degustazioni guidate in collaborazione con gli espositori e convegni in collaborazione con Istituzioni, Associazioni e Categorie Economiche.

LE NOVITA’

Olio di oliva dolce e piccante proveniente dalla valle del Gattopardo in quel di Agrigento, l’immensa dispensa di sapori delle terre ducali, i vini e gli spumanti dell’Oltrepò Pavese, i formaggi dei pascoli incontaminati del Parco dell’Aveto. Il mosto cotto e l’aceto balsamico IGP di Modena, il cioccolato artigianale delle terre perugine, i vini e gli spumante della Valdobbiadene, Il prezioso Verdicchio marchigiano, i prodotti da forno artigianali di Trentino, Liguria, e Puglia, i prodotti ittici di Lampedusa, le passate, le marmellate e le composte delle aziende agricole di territori campani. Queste sono solo alcune delle curiosità enogastronomiche che si potranno apprezzare in fiera, che affiancheranno, ovviamente, quelle del nostro territorio da sempre conosciuto ed apprezzato per la sua storia e tradizione enogastronomica. Un itinerario del gusto con possibilità di degustazioni guidate e di acquisti singolari, di genuinità e di tipicità dei territori italiani, e non solo.

Previous IDENTITA’ GOLOSE: IL CONGRESSO DI ALTA CUCINA
Next INSALATA DI TROTA BALIK ALLO YOGURT