I FRUTTI DEL PRUGNOLO E IL LIQUORE “BARGNOLINO”


Questo articolo è disponibile anche in: Inglese

Alla base di questo liquore ci sono i “bargnoli”(questo il nome dialettale da cui deriva il nome del liquore), che sono i frutti del prugnolo selvatico, tondi, piccolini e di colore blu scuro. Si raccolgono nei mesi da ottobre a dicembre, a me hanno consigliato di raccoglierli dopo la prima gelata.
Come ogni ricetta tradizionale, ci sono davvero un’infinità di varianti possibili: chi la fa con il vino bianco, chi con quello rosso, chi con l’acqua, chi aggiunge aromi e chi no, .. insomma va davvero a gusti!

Potete approfittare del weekend per una passeggiata alla ricerca dei prugnoli per poter portare a casa un bottino invernale.Se iniziate la preparazione ora, sarà pronto per essere regalato a Natale ai vostri amici o colleghi, e vi assicuro che i regali home made sono sempre ben graditi.

LIVELLO DI DIFFICOLTA’ basso

TEMPO DI PREPARAZIONE dal momento dell’infusione bisogna attendere 2 mesi circa per poterlo consumare

INGREDIENTI

• 1kg di brugnoli
• 1 l di alcool 90°
• 1 bacca di vaniglia
• mezza stecca di cannella
• 1 bottiglia di vino rosso (ho usato del Lambrusco)
• 7h di zucchero

PROCEDIMENTO

Dopo aver lavato le bacche, mettetele in un vaso con chiusura ermetica con una bacca di vaniglia aperta e mezza stecca di cannella.
Lasciate riposare per 30/40 giorni ed agitate ogni tanto.
Create uno sciroppo con 7h di zucchero ed una bottiglia di Lambrusco che farete scaldare (ma non bollire)
unire il tutto e lasciar riposare 8 giorni, filtrare e imbottigliare.
Si può consumare circa 10 giorni dopo ma c’è anche chi lo fa “invecchiare” almeno sei mesi. Anche in questo caso va a gusti: quindi assaggiate e decidete se lasciar in infusione ancora, o se può essere già degustarlo.

Previous CUCINARE AL VAPORE: LA PENTOLA A PRESSIONE
Next CREMA DI PISELLI, GAMBERI CROCCANTI E RICOTTA ALL'ARANCIA

No Comment

Leave a reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *