TENUTA SCARPA COLOMBI (BOSNASCO – PV)


Tenuta Scarpa Colombi Country Inn

Questo articolo è disponibile anche in: Inglese

L’AZIENDA

La Tenuta Scarpa Colombi è una azienda lombarda che si estende su di una superficie vitata di 36 ettari sulla quale sorge una delle più belle dimore dell’ Oltrepò Pavese: il Palazzo “Scarpa-Colombi”.

L’edificio, costruito tra la fine del 1600 ed inizio del 1700 sulle rovine di un antico castello, è oggi la sede della Tenuta Scarpa Colombi. Siamo a Bosnasco, in provincia di Pavia ai confini della provincia di Piacenza. Questo territorio vitivinicolo, che si identifica nelle colline appenniniche della porzione più meridionale della provincia di Pavia, si incunea tra l’Emilia e il Piemonte quasi fino ad arrivare al Mar Ligure. Il sottosuolo è in prevalenza calcareo-marmoso. La varietà del territorio, la vicinanza al mare, la presenza di numerosi torrenti e del fiume Po influisce notevolmente sul clima di tipo temperato e mite e che presenta significative escursioni termiche tra il giorno e la notte, particolarmente in estate.

La famiglia Colombi è nel settore vitivinicolo dall’inizio del XX secolo, quando il nonno Salvatore gestiva un piccolo commercio già improntato alla vendita di vini di qualità in bottiglia. Nel periodo tra le due guerre fu affiancato dai figli, Alfredo e Tullio, che ampliarono e perfezionarono il lavoro del padre. I due fratelli incrementarono la consistenza dei terreni di proprietà, acquistando nuove aziende agricole, e diedero un ulteriore impulso alla produzione sperimentando moderne tecniche di coltivazione viticola.

All’inizio degli anni cinquanta la famiglia rilevò la Tenuta Scarpa in uno stato di quasi abbandono, sia dei vigneti, sia del palazzo, e negli anni sessanta diede inizio a un restauro generale che terminò verso la fine del decennio successivo con l’inaugurazione dell’annesso ristorante La Buta. Infine nel 2000 fu aperto l’agriturismo composto da 6 camere sempre nello stesso complesso aziendale.

IL TERRITORIO

L’Oltrepò Pavese è terra di Pinot Nero: i genotipi di questo vitigno erano coltivati in questa regione già dai Romani, che con ogni probabilità lo portarono nel sud della Francia. Il Pinot Nero che oggi conosciamo deriva certamente da selezioni francesi ed apparve nel territorio cispadano intorno alla metà del 1800. Il primo dato certo relativo alla produzione di spumante in Oltrepò risale al 1870 quando l’ingegnere Domenico Mazza di Codevilla diede inizio alla produzione dello “Champagne” d’ Oltrepò.

I VIGNETI E LA PRODUZIONE

I vigneti della Tenuta Scarpa Colombi si estendono su 36 ettari in due delle più importanti aree della viticoltura Italiana, in Lombardia nell’ Oltrepò Pavese e in Piemonte a Nizza Monferrato dove ha sede la Tenuta La Ghignona. Bonarda e Barbera la fanno da padroni con nuove interpretazioni di questi antichi vitigni ma si punta soprattutto sul Pinot Nero vinificato in rosso e sul futuro DOCG Rosè Spumante Classico.

 

VINI ROSSI

barbera-ferma-240x260
barbera-vivace-240x260
morgana-240x260
marubbio-240x260
tenuta-box-ariolo
tenuta-box-sanguedigiuda

VINI BIANCHI

tenuta-box-merlino
tenuta-box-rivaclara
tenuta-box-aliceo

SPUMANTI

tenuta-box-pinotnerobrut
tenuta-box-terescorose
tenuta-box-terescobrut
tenuta-box-cruase
tenuta-box-blanc

LA GHIGNONA

tenuta-box-tullio
tenuta-box-laghignona
tenuta-box-vignadifronte
tenuta-box-alfredo

Previous CUCINA, RICERCA E FANTASIA: TOMMASO FRACASSI
Next NASCE I LIKE ITALIAN FOOD CON UN EVENTO LANCIO DEDICATO