ZUPPA DI COZZE CON LATTE DI MOZZARELLA NERA


Il colore nero della mozzarella è dovuto all’utilizzo, durante la lavorazione , dei carboni vegetali, o carboni attivi. Un rimedio naturale ai problemi di digestione, che favorisce l’assimilazione dell’alimento da parte del nostro organismo.

 
INGREDIENTI PER N. 4 PERSONE
LIVELLO DI DIFFICOLTA’ basso
TEMPO DI PREPARAZIONE 15 minuti
TEMPO DI COTTURA 20 minuti

INGREDIENTI

500 gr di mozzarella di bufala al carbone vegetale Diano Casearia
300 gr di cozze nere
10 pomodori pachino
150 ml di latte
q.b di sale e pepe bianco
q.b olio extravergine di oliva

PROCEDIMENTO

Portare il latte a 85 gradi e immergervi la mozzarella che avrete tagliato a tocchetti fino a ottenere nuovamente la massa filante. Spegnete il fuoco e fate intiepidire, quindi frullate il tutto con un frullatore ad immersione fino ad ottenere una crema liscia. Se vedete che la crema risulta troppo densa aggiungete un po’ di latte.
In una padella ben calda scaldare un filo di olio di oliva extravergine con uno spicchio d’aglio in camicia, versarvi le cozze e farle aprire a fuoco vivo; appena le cozze saranno leggermente aperte e avranno rilasciato tutta la loro acqua spegnete il fuoco e togliete le cozze lasciando solo il liquido.
Nel forno ben caldo a 120 gradi riporre 10 pomodorini con il loro picciolo che saranno precedentemente stati forati due volte sul fondo con la punta del coltello. Salarli, peparli e metterli a cuocere in una teglia con uno spicchio d’aglio e qualche erba aromatica per 30 minuti fino ad appassimento.
Fate ridurre la salsa e aggiungetevi le le cozze che avrete sgusciato.
In una fondina adagiare due mestoli di crema di mozzarella nera, aggiungete a questo punto le cozze, alternate da qualche pomodorino e irrorate con il sughetto.

I CONSIGLI DELLO CHEF

Potete aggiungere un cucchiaio di nero di seppia nel latte con la mozzarella in modo da dare più intensità di gusto e colore al piatto.

Previous DALLE CILIEGIE ECCO A VOI LA BIRRA SCIRES BRQ 13-14
Next UNA RICETTA PER QUALSIASI STAGIONE:LA CAPRESE DI BUFALA

No Comment

Leave a reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *