POLLO ALLA DIAVOLA, LA RICETTA DALLE TANTE VARIANTI


INGREDIENTI PER N. 4 PERSONE

LIVELLO DI DIFFICOLTA’ media

TEMPO DI PREPARAZIONE 10 minuti

TEMPO DI COTTURA 1 ora circa

INGREDIENTI

• 1 Pollo giovane di circa 1 kg
• Olio extravergine di oliva 6 cucchiai
• Sale q.b.
• Peperoncino di Cayenna a piacere (non esagerate)
• Aromi per arrosto in polvere q.b. (facoltativo)

PROCEDIMENTO

Tagliate e scartate le zampe e il collo del pollo; togliete le eventuali piccole piume residue, poi lavatelo, asciugatelo: ora, secondo le regole tagliatelo da cima a fondo lungo la schiena.
Apritelo ed appiattitelo per bene schiacciandolo sul piano di lavoro, dopodiché massaggiatelo tutto con del sale e poi con 2 cucchiai di olio di oliva nel quale avrete aggiunto del peperoncino in polvere, e volendo anche degli aromi in polvere per arrosto.
Ora potete passare alla cottura, adagiando il pollo in un tegame antiaderente (o su di una gratella, oppure una piastra, a scelta), dove avrete messo il resto dell’olio di oliva; il tegame deve essere abbastanza capiente per contenere il pollo ben appiattito. Fate dorare il pollo con la parte spaccata verso il basso, ponendo al di sopra di esso un coperchio più piccolo del tegame; sopra al coperchio sistemate un peso qualsiasi che tenga ben appiattito il pollo durante la cottura (io ho usato un pesante vaso pieno di conserva).
Lasciate dorare il pollo nella posizione in cui si trova per circa 5 minuti a fuoco vivace ma non altissimo, poi giratelo dall’altra parte e ripetete la stessa operazione; fate questo per 4-5 volte, fino a che il pollo non sarà cotto; la cottura dipende dalla grossezza del pollo e dalla consistenza delle sue carni, ma diciamo che per un pollastro di circa 1 kg ci vorranno circa 60 minuti.
Appena il pollo sarà ben rosolato e cotto spegnete il fuoco e servitelo immediatamente.

I CONSIGLI DELLO CHEF

Per insaporire il pollo alla diavola potete usare sia del peperoncino di Cayenna che quello rosso piccante comune; del pepe nero macinato oppure della Paprika o altro. L’importante è non esagerare, al fine di non creare una pietanza dove l’abuso della spezia copra il gusto della carne e rischi di rendere quasi immangiabile il piatto.

Previous CANNONCINI INTEGRALI DI SCAMORZA CON BROCCOLI E POMODORO
Next CAMPANIA INDIMENTICABILE E TUTTA DA VIVERE!

No Comment

Leave a reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *