LA CAPACITA’ DI AFFASCINARE TURISTI E VIAGGIATORI: CATANIA


Questo articolo è disponibile anche in: Inglese

La forza meravigliosa dell’Etna, le vette innevate, il mare cristallino della costa Ionica, il patrimonio storico e archeologico, il barocco delle chiese e dei palazzi, le tradizioni enogastronomiche e la musica, il calore umano e un’innata cultura dell’ospitalità, accolgono il turista in ogni stagione dell’anno.
Benvenuti a Catania, una città che vi racconterà 2000 anni di storia!

LA STORIA

Nei suoi monumenti, infatti, troverete le eredità culturali di epoca greca, romana, bizantina, araba, normanna, sveva, angioina, aragonese, spagnola. Fu fondata intorno al 730 a.c. da coloni greci di calcide e nel corso della sua lunga storia è stata residenza reale e, per un secolo, capitale del Regno. Per Federico II di Svevia era un presidio strategico e vi fece costruire il Castello Ursino; Alfonso d’Aragona nel 1434 fondò la prima Università degli Studi siciliana (una tra le prime d’Italia).
La città di oggi è quella riedificata dopo che il forte terremoto del 1693 la distrusse completamente; ridisegnata da valenti architetti in uno stile Barocco Siciliano che è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità Unesco. Ma, dopo il vostro viaggio a Catania, oltre alle immagini della nostra bella città, vi resterà il ricordo della vivacità e della cordialità dei catanesi, dell’ottima gastronomia, dei paesaggi di mare dominati nello sfondo dall’Etna: Catania è davvero una città da scoprire!

PARLARE DI CUCINA E’ UN’OBBLIGO

La cucina è la chiave di lettura di un popolo. A Catania essa assume un carattere forte e gioioso come quello dei suoi cittadini. Ciò che rimarrà indelebile nella memoria, sarà sicuramente il gusto unico dei piatti che avrete la possibilità di assaggiare nei numerosi ristoranti e trattorie che si incontrano per le strette vie del centro storico.
L’ approccio consigliato, per chi vuole conoscere la città, sarebbe quello di dare una sbirciatina ai mercati storici della Pescheria e di Piazza Carlo Alberto, si rimarrà sedotti dalla straordinaria abbondanza di cibo, dall’ottima qualità e anche dai prezzi particolarmente accessibili. Tutto appare unico, dall’aglio all’origano, dalle montagne di verdura di campagna esposte sulle bancarelle alla grande varietà di frutta, primi fra tutti gli agrumi.
I più curiosi, alla ricerca dei sapori più tipici, potranno degustare u mauru, un’ alga che si mangia cruda con una spruzzata di limone.

LA COLAZIONE A CATANIA

La tipica colazione catanese era ed è la granita: di limone, alle mandorle , al cioccolato, ecc., specialmente in estate e nelle zone costiere. Tradizionalmente andava accompagnata da pane fresco e croccante, ma nel tempo è stato sostituito dalla tipica brioscia siciliana preparata con pasta lievitata all’uovo. Ogni bar presenta le proprie specialità in fatto di granita. Alcuni offrono un’ ottima granita con le mandorle tostate, altri quella al pistacchio, altri ancora sono specializzati in granite alla frutta.

Previous L'ANTIPASTO CHIC: CAPESANTE GRATINATE AL PISTACCHIO
Next SECONDO PIATTO O ANTIPASTO: LE POLPETTE DI MELANZANE

No Comment

Leave a reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *